All posts by admin

Fai una donazione e potrai avere il nostro libro “L’og-GETTO che non GETTO”

Abbiamo lanciato una sfida ai ragazzi delle scuole superiori di Bologna: scrivere un racconto  ispirato ad alcuni degli oggetti smarriti che si trovavano all’ufficio apposito del Comune,  per dare UNA NUOVA VITA ALL’OGGETTO STESSO.

copertina libro

25 sono stati i finalisti che hanno visto pubblicato il loro racconto in questo libro “L’og-GETTO che non GETTO”

Un divertente viaggio tra cose perse, dimenticate, ritrovate e tanta immaginazione!

Con una donazione di 12,00 euro potrai ricevere il libro comodamente a casa tua.

Basterà fare un bonifico a Visuali

IBAN     IT63G0888302408CC034034090

e mandare una mail con indicato nome e cognome, indirizzo a cui spedirlo e copia del bonifico effettuato.

I vincitori del Progetto L’Og-GETTO che non GETTO”

Sabato 26 Maggio alle 15, 30 SI E’ SVOLTA LA PREMIAZIONE DEL PROGETTO L’OG-GETTO CHE NON GETTO !
Qui i primi 10 premiati dalla Giuria
Ci rivediamo a Settembre con la seconda edizione

ringraziamento particolare agli sponsor MGP- OBS ITALIA- COOP AMBASCIATORI- FORNO BRISA
alle amiche di REUSE WITH LOVE

1- perchè IO valgo di Sara Querzè
2- A volte, di notte, ricordando d’aver vissuto di Serena Ricci
3- Poggiatesta Criminale di Gabriele Benassi
4- Piccole dimenticanze di Elisa Cionfini
5- Una nuova vita di Lorenzo Orsi
6- Aurora e i Jeans di Arianna Scabbia
7- Pelle di Laura Dara
8- Un paio di scarpe (s)fortunate di Bitelli Elisa ed Eugenio Dal Pozzo
9- 6:30 inizia la giornata di Margherita Steffanon
10- Capello di paglia di Francesca Giorlando

Finalisti del progetto “L’Oggetto che non getto”

Il progetto rivolto alle classi delle scuole di secondo grado della città. La “sfida” lanciata ai ragazzi è stata quella di scrivere un racconto che traesse ispirazione dall’oggetto proposto. PROPRIO per dare UNA NUOVA VITA ALL’OGGETTO STESSO.

Questi i finalisti che saranno inseriti nella pubblicazione “L’ og-GETTO che non GETTO “:

Agnese Cirant “Malenkaya”
Francesca Rigosi “La stoffa lilla”
Francesca Giorlando “Cappello di paglia”
Elena Golinelli e Barbara Esposito
“Dama! Abbiate mercè di lui che più vi ama che se medesimo”
Gabriele Benassi “Poggiatesta criminale”
Sofia Salmasi “ Il poggiatesta Vagabondo”
Bitteli Elisa Dal Pozzo Eugenio “Un paio di scarpe s-fortunate”
Vannucchi Sara “Certo poteva andarci peggio “
Elisa Ciofini “Piccole dimenticanze ”
Matteo Pugliese “La borsa di Rebecca”
Sara Querzè “ Perché IO valgo”
Monica Fiore “ Un paio di occhiali francesi “
Alessandra Pernozzoli “Equivoco”
Giulia Ferrante M. F. Bottari “Pantaloni”
Lorenzo Orsi “Una nuova vita”
Sofia Niro “Il Casco “
Carlotta Costanzini “Il Ricordo “
Gaia Guidotti “La morte del custode “
Clara Prete “Timeline”
Laura Dara “Pelle”
Valentina Nanni “ AAA”
Serena Ricci “A volte, di notte, ricordando d’aver vissuto”
Margherita Stefanon “6:30 inizia la giornata “
Arianna Scabbia “Aurora e i jeans “
Margherita Malaguti “Corridoio e luci al neon “

Gli studenti selezionati dovranno far pervenire il racconto in formato word entro SABATO 21 APRILE ALLE ORE 12.00

La premiazione avverrà il 26 Maggio alle 15.30 presso “Sala Prof. Marco Biagi” (Baraccano via Santo Stefano 119 P.T. – QUARTIERE SANTO STEFANO)
Sarà inoltre allestita una mostra e verrà fatta un’asta degli oggetti descritti
In questa occasione sarà possibile acquistare anche la pubblicazione “L’ogGETTO che non GETTO” con tutti i racconti selezionati.

L’OG-GETTO che non GETTO: diamo nuova vita agli oggetti smarriti!

imagine oggetto che non getto

Con il nostro ultimo progetto, “l’OG-GETTO che non GETTO”, abbiamo vinto un bando col quale il Comune di Bologna ha deciso di consegnare ad associazioni residenti in città, gli oggetti smarriti in suo possesso.

Il nostro progetto è rivolto alle classi terze e quarte delle scuole di secondo grado della città. Alle classi che risponderanno al nostro invito entro il 20 gennaio 2018, verrà consegnato dai nostri operatori uno di questi oggetti SMARRITI. La “sfida” lanciata ai ragazzi è quella di scrivere un racconto che tragga ispirazione dall’oggetto proposto. PROPRIO per dare UNA NUOVA VITA ALL’OGGETTO STESSO. Gli elaborati selezionati dai docenti e inviati alla nostra associazione entro il 15 marzo, potranno rientrare tra quelli che costituiranno il volume “L’OG-GETTO che non GETTO”, corredato di foto e al centro di una piccola mostra che vedrà alcuni degli oggetti descritti messi all’asta con ricavi che saranno devoluti. Gli autori dei racconti selezionati avranno l’occasione di partecipare all’organizzazione e alla realizzazione della mostra, oltre a ricevere un buono da utilizzare in libreria.”

scarica i vincitori

scarica il comunicato

scarica il volantino

scarica il VADEMECUM per le scuole

Disegniamo la Mascotte del Parco

Vorremmo “regalare” al parco una mascotte, un personaggio amico dei più piccoli ma che sia anche utile a guidare i più grandi ad orientarsi tra i servizi e le iniziative offerte dalla Lunetta Gamberini. La mascotte ci aiuterà a “griffare” il Parco, nei suoi vari angoli e in vari modi (pannelli, murales, statuette in materiale di recupero…).

Ci piacerebbe disegnarla insieme a tutti i bambini…

COME PARTECIPARE?

  • Durante i laboratori i bambini potranno disegnare la mascotte o consegnarci il disegno già fatto
  • Tutti i bambini e i ragazzi delle scuole all’interno del parco potranno mandarci le loro idee inviando una mail entro il 28 settembre a associazionevisuali@gmail.com

I bambini delle scuole della Lunetta faranno una prima selezione e i 5 disegni più votati saranno esposti l’8 ottobre durante la Festa della Lunetta per essere votati.

La mascotte vincitrice sarà proclamata durante la festa.

In palio un buono da utilizzare in libreria

Bee-thoven: la nona sciamatura

Il progetto “Bee-thoven” gioca col nome inglese delle api (bee) per proporre un progetto culturale stabile che, partendo proprio dalla storia di questo fondamentale insetto, dalla loro importanza per l’ecosistema e per l’uomo, e dal loro ronzio (suono) trasformi il parco “Lunetta Gamberini” in un immaginario alveare dove collaborare insieme per il bene della comunità.

Proponiamo una serie di attività finalizzate alla sensibilizzazione della cittadinanza in materia di qualità e riqualificazione urbana, di educazione ambientale e rispetto dei luoghi, coniugando in maniera originale l’ambito musicale e quello entomologico ai temi del riuso e del riciclo.

A questo scopo è stata coinvolta l’Associazione RE-USE WITH LOVE che metterà a disposizione tessuti di abiti provenienti dalla Boutique Solidale di Via Savenella 13 per un loro riutilizzo creativo nell’ambito del progetto, oltre che propri volontari e l’APE CAR solidale nell’ottica di una collaborazione tra associazioni del territorio che hanno a cuore le tematiche del riuso e della solidarietà sociale, oltre che la riqualificazione dei beni comuni, la loro cura, la qualità della vita ed il benessere delle persone, con particolare sensibilità verso i bambini e le persone fragili.

Vorremmo realizzare nel parco un presidio con antiche casette delle api. La fantasia unita al concetto del riuso trasformerà queste arnie in librerie, in scrigni di tesori e informazione. Attorno a questo presidio, che sarà il nostro alveare ideale  si svolgerebbero gli incontri per grandi e piccini!

PROGRAMMA AL PARCO LUNETTA GAMBERINI

Lunedì 18 Settembre 2017: ore 16.45

Incontro dedicato al tema del riciclo e della sostenibilità, con un laboratorio per adulti che svelerà alcuni segreti per il recupero e riutilizzo dei vecchi abiti e uno per ragazzi.
RIMANDATO CAUSA PIOGGIA al 2 Ottobre

Venerdì 22 Settembre 2017: ore 16.45

incontro con apicoltori che mostreranno le varie fasi della smielatura e racconteranno il meraviglioso mondo delle api, coinvolgendo bambini e genitori. Il tutto con il sottofondo live della musica di Beethoven.

Sabato 30 Settembre 2017: ore 15.30

Incontro dedicato al tema del riciclo e della sostenibilità, con un laboratorio per adulti che svelerà alcuni segreti per il recupero e riutilizzo dei vecchi abiti e uno per ragazzi.

Lunedì 2 Ottobre 2017: ore 16.45

Incontro dedicato al tema del riciclo e della sostenibilità, con un laboratorio per adulti che svelerà alcuni segreti per il recupero e riutilizzo dei vecchi abiti e uno per ragazzi.
Domenica 8 ottobre 2107: ore 15.30

Festa della Lunetta Gamberini con laboratorio di riciclo per adulti, ragazzi e bambini, banchetto vestiti di Reuse with love, musica dal vivo con le sonate di Beethoven e incontro con gli apicoltori che racconteranno il meraviglioso mondo delle api …e tante altre sorprese!

TUTTI GLI APPUNTAMENTI SONO GRATUITI!!

con il patrocinio del Quartiere S. Stefano

scarica BEE thoven folder

 

Feste, ricevimenti e compleanni

“Conservare l’infanzia dentro di sé per tutta la vita vuol dire conservare la curiosità di conoscere, il piacere di capire, la voglia di comunicare. I bambini di oggi sono gli adulti di domani, aiutiamoli a crescere da stereotipi, aiutiamoli a sviluppare tutti i sensi, aiutiamoli ad essere più sensibili: un bambino creativo, è un bambino felice.” ( Bruno Monari).

L’organizzazione prevede:
Un numero di bambini non superiore ai 25/30
per garantire un gioco costruttivo ma divertente.

Una serie di moduli da scegliere o assemblare liberamente a seconda delle esigenze personali.

Le attività proposte sono le seguenti:
. Facciamo una spilla:
(dai 5 anni) Con varie tecniche i bambini realizzeranno una vera spilla, rappresentando un ricordo della giornata, un modo per potersi esprimere con passione per il Parco e/o per ciò che piace di più.
.
Facciamo i biscotti: (dai 3 anni) Pasta frolla e formine divertenti per leccarsi le dita con cose buone.
. Le favole animate:
(dai 3 anni) Ognuno può essere il personaggio che desidera e interpretare a modo suo le mille avventure del mondo fantastico delle favole.
.
Laboratorio ambientale:
(dai 3 anni) Cammino e cerco nel bosco o in giardino scoprendo il mondo.
. Spettacolo e laboratorio di teatro di ombre e di silhouette
: (dai 3 anni) Ogni cosa ha la sua ombra, non può averne un’altra. Prova a mettere l’ombra di un fiore ad una verdura, o mettere l’ombra di una donna ad un uomo o viceversa e romperai l’armonia. Il teatro di figura diventa pretesto per indagare diverse tematiche. Dopo la visione di uno spettacolo, armati di carta e forbici, si produrranno silhouette da utilizzare per giocare tutti insieme attraverso l’improvvisazione teatrale.
. La caccia al tesoro:
(dai 5 anni) Ogni angolo della natura nasconde in realtà un regalo
. Raccontami una storia:
(dai 5 anni) Narrazione e laboratorio di riciclo creativo ispirato ad un libro, con vecchie carte, pezzi di stoffa, fili d’erba, colle, pastelli e matite colorate, trasformeremo i nostri sogni in realtà
. La danza della taranta:
(dai 5 anni) Nel meridione d’ Italia c’è una leggenda che riguarda un ragno molto particolare, capace di un morso velenoso ….
Ma il suo veleno è in realtà fatto di musica e noi impareremo a danzare sulle sue note…Per le bambine portare un fazzoletto colorato.
. Laboratorio del riciclo:
con semplici tecniche realizzeremo oggetti e ambientazioni creati a vecchi materiali e scarti per dare loro nuova vita. 
. Costruiamo un piccolo strumento musicale:
utilizzando materiali di recupero che rimarrà ai bambini come regalino.

smART scuola-lavoro

Pensato per le scuole superiori

Una prima collaborazione con le scuole Galvani di Bologna ha portato alla redazione di una lezione su supporto digitale per liceali, il grande coinvolgimento dei giovani ha dato modo di comprendere come poco sappiano dell’argomento.