Oggetto che non getto

III edizione

L’associazione VisuALI vuole dare continuità al progetto degli anni precedenti, facendo rivivere in brevi racconti scritti dagli studenti gli oggetti rimasti al deposito "Oggetti smarriti".

IL TEMA DI QUEST’ANNO E' LEGATO AGLI INCENDI DELLA FORESTA AMAZZONICA, dando agli studenti l’ambientazione dello “ smarrimento” proprio in questo contesto. Partecipare al recupero di un oggetto smarrito, inventando la sua storia e diventando autore del volume “l’ogGETTO che non GETTO” terza edizione

Il progetto è rivolto alle classi seconde, terze e quarte delle scuole di secondo grado della città metropolitana di Bologna. Alle classi che hanno risposto all’invito entro il 30 ottobre 2019, è stato consegnato l’oggetto a cui dedicare la propria storia. Gli insegnanti hanno poi scelto i componimenti partecipanti alla selezione finale che costituirà il materiale per la pubblicazione del volume “l’OGGETTO che non GETTO” vol.3.

 

Lo scopo è quello di valorizzare il riciclo di oggetti che non vengono così buttati ma a cui viene data una seconda opportunità.

oltre 70 racconti

31 classi partecipanti di 9 istituti della città metropolitana di Bologna:

LAURA BASSI

SAN LUIGI

ALDR. RUBBIANI

FERMI

MALPIGHI

SABIN

MARCONI

SALESIANI

SAN ALBERTO MAGNO

quasi 700 ragazzi coinvolti

La premiazione sarà il 30 Maggio ore 15.30 

in diretta su Facebook

Giuria:


- Antonio Bagnoli: direttore editoriale della casa editrice Pendragon, da lui fondata nel 1992.
- Maria Grabriella Sola: giornalista pubblicista, per 24 anni professoressa di Italiano e Latino al Liceo Galvani, fino al 2016.
- Annalu' Martignago: esperienza quarantennale di docenza nella scuola pubblica, preside nella scuola paritaria, autrice di testi giuridici per gli istituti superiori.
- Alice Boscardin: giornalista pubblicista, da anni lavora nella progettazione e comunicazione di eventi e festival dedicati a bambini, ragazzi e adulti.
- Marica Motta: pedagogista, responsabile Servizi Educativi e Scolastici del Quartiere Santo Stefano del Comune di Bologna
- Maria Chiara Fanti: libera professionista, product manager moda. Dal  2007  consulente free lance moda. Appassionata di arte in tutte le sue forme. Socia di Reuse With Love dove si occupa di riuso in maniera innovativa.

Gli oggetti non acquistati sono stati donati all'associazione Re-use with Love.

Da questo link è possibile vedere il video di presentazione del progetto

© 2023 by The Green Conference. Proudly created with Wix.com. 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now